News "Porta a Porta"

SERVIZIO RACCOLTA DIFFERENZIATA: LE PRECISAZIONI DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA

Raccolta differenziata: la crisi attuale non è causata da mancata programmazione comunale e/o da una cattiva gestione del servizio: le precisazioni della Commissione Straordinaria.

In merito ad alcune dichiarazioni apparse sui quotidiani, la Commissione Straordinaria, unitamente al Responsabile del Settore Ambiente, Ingegnere Domenico Calabrò, precisano che l’attivazione e l’avvio dell’Isola ecologica ha creato per la comunità un punto di riferimento per il conferimento dei rifiuti in qualsiasi momento, a prescindere della giornata e dalla tipologia di rifiuto.

 

Purtroppo, negli ultimi mesi il sistema dei rifiuti regionali è diventato sempre più saturo, raggiungendo la crisi proprio nel periodo di luglio e agosto, mesi in cui i carichi del Comune di Cassano All’Ionio sono stati respinti (nelle date del: 05/07/2019, 06/07/2019, 08/07/2019, 12/07/2019_due carichi, 13/08/2019, 14/08/2019) dai vari impianti di conferimento creando un accumulo che la società di gestione di raccolta e gestione dei rifiuti ha raccolto in apposite vasche depositate presso il Centro Comunale di Raccolta.

 

Tutto questo nonostante la Commissione Straordinaria abbia ottenuto un aumento di conferimento. Con nota Prot. 292404 del 12/08/2019, infatti, si autorizzava a questo Comune - dal 13 al 24 agosto - il conferimento di circa 15 tonnellate a settimana della propria F.O.R.D. (Frazione Organica da Raccolta Differenziata) presso l’impianto di Corigliano-Rossano. Tutto ciò fermo restando gli altri dispositivi in essere (Prot. n.112048 del 18/03/2019, per circa 15 ton/settimana, Prot. n.262195 del 12/07/2019 per circa 50 ton/settimana, Prot. n.281588 del 31/07/2019 per circa 50 ton/settimana in più rispetto una tantum a quanto già autorizzato).

 

Il Comune di Cassano All’Ionio, si è impegnato attivamente e in prima linea per sopperire il problema regionale dei rifiuti, ha richiesto un aumento di conferimento per recuperare il disagio che si era generato, e nella particolare situazione che si era venuta a creare, ha scelto di non lasciare la spazzatura per strada ma di raccoglierla ugualmente i rifiuti confidando nel buon senso della Regione Calabria, dell’ATO e dei vari gestori degli impianti di conferimento e trattamento.

 

È evidente, dunque, che la crisi attuale del servizio di raccolta dei rifiuti non è causato da mancata programmazione comunale e/o da una cattiva  gestione del sistema di raccolta, anzi bisogna evidenziare la sensibilità della Commissione Straordinaria in materia dei rifiuti. Quanto affermato è dimostrabile anche da tutti i lavori e le attività eseguite per la riapertura della discarica di contrada la Silva per dare ossigeno al sistema dei rifiuti dell’ATO Cosenza, rispetto ad altre Amministrazioni Comunali che continuano a rimandare le decisioni da prendere per la programmazione della gestione del sistema dei rifiuti rispetto all’ATO Cosenza.

 

D.C.

indietro
HTML 4.01 Valid CSS
Pagina caricata in : 0.829 secondi
Powered by Asmenet Calabria