IL SINDACO PAPASSO RICORDA LA VITTORIA ELETTORALE DI DUE ANNI FA

La categoria

10/11/2021

IL SINDACO PAPASSO RICORDA LA VITTORIA ELETTORALE DI DUE ANNI FA

“DUE ANNI DALLA VITTORIA DELLA GIUSTIZIA!”. Esordisce così il sindaco della Città di Cassano All’Ionio, Gianni Papasso, ricordando il responso delle urne che nel 2019 lo ha riportato, con oltre il 60% dei consensi alla guida del comune. Esattamente 2 anni fa, ha evidenziato, a seguito di una campagna elettorale lunga, intensa, per certi versi dolorosa, ma anche tanto esaltante, i cittadini di Cassano mi hanno eletto per la terza volta Sindaco: una vittoria indimenticabile, del Popolo e della Giustizia!  Per Gianni Papasso, è stata la rivalsa del Popolo Cassanese contro la gravissima ingiustizia dello scioglimento del Consiglio Comunale per presunte infiltrazioni mafiose e la conseguente etichettatura in negativo di una Cittadina costituita per la stragrande parte da persone oneste e laboriose, che d’un tratto hanno visto negata e distorta la propria identità. “La vittoria del Popolo e della Giustizia contro “Poteri Forti” e “Nascosti”, ha sottolineato, che mi ha visto combattere solo contro tutti, per amore della mia Città, la quale ha premiato e riconosciuto, ancora una volta il mio impegno, la mia totale dedizione e abnegazione. Ripensando a quei momenti, sento ancora vivi dentro me i sentimenti di commozione e gratitudine che continuano a guidare, ogni giorno, la mia attività istituzionale ed amministrativa e che mai mi abbandoneranno. Per tutto l’affetto e la stima che ho ricevuto, ancora oggi mi sento di dire: Grazie Cassano! Grazie! Grazie!”. “Nonostante le difficoltà, ha argomentato, tanto è stato fatto, ma è innegabile che molto resta ancora da fare, ed è per questo che non posso cadere in sterili provocazioni e critiche che poco hanno a che fare con l’attività amministrativa svolta e da svolgere, ma che riguardano solo ed esclusivamente biasimo e critiche alla persona. Quel 60% dei Cittadini che mi ha rieletto Sindaco è ancora maggiormente cresciuto, sono quotidiane le attestazioni di vicinanza e di consenso di chi mi invita ad andare avanti e non mollare e di chi si complimenta spassionatamente per il lavoro che stiamo svolgendo. Si tratta di un’ondata di affetto che proviene sia dall’interno del territorio comunale, ma anche dall’esterno, poiché c’è chi guarda a Cassano come modello da imitare. Anche per queste ragioni dare credito e attenzione a quei pochissimi rancorosi e astiosi si tradurrebbe in un inutile dispendio di energie e tempo”. Appellandosi al proverbio che dice: “Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito”, allo stesso modo, chiarisce il sindaco Papasso, in un discorso sul bene della collettività e della comunità, lo stolto, che proprio non concepisce il bene comune, in maniera strumentale riduce tutto a questioni soggettive alimentate da insoddisfazione e livori che poco hanno a che vedere con la visione e la costruzione del futuro a cui con impegno diuturno ho improntato il mio agire quotidiano. E’ innegabile, afferma, come Cassano abbia ripreso a camminare e vivere, riconquistando quella centralità istituzionale e territoriale, che taluni a partire dal 2012 hanno tentato in tutti i modi di offuscare e sporcare.  Tutto ciò ha provocato nei Cassanesi una voglia di rinascita e rivalsa che ha permesso a me di ravvivare e rinsaldare rapporti istituzionali solidi con la Provincia, la Regione e il Governo! Per Gianni Papasso, forte anche delle verità processuali e giuridiche che hanno ristabilito e sancito la verità dei fatti, non si può assolutamente tener conto di inettitudine, inconsistenza, insinuazioni e illazioni prive di alcun fondamento. Basta guardare al nostro meraviglioso territorio per constatare quanto Cassano sia un passo avanti! “Ribadisco, pertanto, ha evidenziato, che è terminato il tempo delle polemiche e del pettegolezzo e che le porte, non sono aperte, bensì spalancate a tutti coloro i quali abbiano voglia di collaborare e dare un contributo costruttivo, poiché le mie energie sono concentrate sul lavoro e sulla possibilità di costruire una Cassano ancora migliore. Malgrado la pandemia mondiale da Covid 19 e la conseguente emergenza che continua ad assorbire molteplici energie e rispetto alla quale, purtroppo, ancora bisogna mantenere una soglia dell’attenzione molto elevata, durezza e parsimonia hanno caratterizzato il mio agire, ma niente e nessuno sono stati lasciati indietro. Per tale motivo, ha annunciato che intende organizzare a breve una conferenza stampa nella quale in maniera dettagliata “rapporterà” l’arduo ed entusiasmante lavoro svolto sino ad oggi: dal sociale, all’ambiente, alla valorizzazione turistica e culturale, ai lavori pubblici, all’urbanistica e alla programmazione, avendo sempre riguardo alla correttezza e alla trasparenza dei conti. Al Cittadino, rimarca nel suo dire, basta confrontare una fotografia della Cassano del 2019 con una del 2021 per verificare e constatare quanto fatto: interventi orizzontali in tutti i settori e tutti i territori, dal Monte al Mare, ai quattro Centri Abitati, alle Zone Rurali! Nonostante una cappa opprimente, ma forte anche di un rapporto costante con le Forze dell’Ordine presenti sul territorio, ha concluso il primo cittadino, andrò avanti con il mio lavoro e non cederò mai a condizionamenti di nessun tipo e natura, è troppo forte l’affetto e la gratitudine che provo nei confronti della mia Città e della mia Gente che non consentono tentennamenti o distrazioni, siate certi, tutto il mio essere e il mio agire è ispirato ai sentimenti profondi che provo per amore di Cassano! 

Lì, 10.11.2021                                                     Il Capo Ufficio Stampa – Mimmo Petroni -                                                                                                                       

indietro

torna all'inizio del contenuto