DECORO DEL CENTRO STORICO: LA RIGIDA ORDINANZA DEL SINDACO PAPASSO

La categoria

08/09/2020

DECORO DEL CENTRO STORICO: LA RIGIDA ORDINANZA DEL SINDACO PAPASSO

Il Sindaco Giovanni Papasso ha firmato oggi una ordinanza, come si legge nell’oggetto, mirata, : “…alla pulizia, il decoro e la sicurezza del centro storico del capoluogo e delle frazioni di Doria e Lauropoli, al fine di garantire l'incolumità pubblica e prevenire situazioni di degrado potenzialmente lesive della salute, anche in riferimento all'emergenza epidemiologica da Covid-19”.
Sensibilizzare la cittadinanza e prevenire comportamenti negligenti e/o azioni che possano generare condizioni di degrado ambientale e di potenziale pericolo pubblico e consentire la serena fruizione delle aree e spazi pubblici, questo l’intento dell’ordinanza sindacale contingibile e urgente n. 435 firmata in data odierna, 8 settembre 2020, dal Primo Cittadino. 
Si legge, tra l’altro, nell’atto che dalla nota redatta dalla Polizia Locale il 03/09/2020,  si rileva una situazione di incuria del centro storico sia del capoluogo che delle frazioni Doria e Lauropoli.  Tante le case abbandonate che necessitano di interventi urgenti di messa in sicurezza e di pulizia a causa di rifiuti che sono stati accumulati dentro gli immobili e che, ormai, hanno compromesso il decoro urbano oltre a creare fonte di pericoli per l'incolumità e la salute pubblica dei residenti. Lo stato di abbandono di edifici privi di specifici accorgimenti tecnici (infissi, griglie, reti od altro dispositivo teso ad evitare la penetrazione di roditori, volatili e di animali in genere), infatti, favorisce la presenza di animali infestanti di vario genere o l'abbandono incontrollato di rifiuti. Tutto questo ha creato una situazione particolarmente lesiva per la tutela della salute pubblica considerato che può diventare ricettacolo di batteri. 
Se poi si aggiunge che siamo in piena emergenza COVID-19, si capisce bene che questa ordinanza si è resa più che mai necessaria al fine di porre in essere qualsiasi attività di contrasto al contagio e garantire la più ampia salubrità dei luoghi pubblici e privati. 
Ma per centrare questo obiettivo, bisogna anche prevenire e contrastare comportamenti, anche omissivi, che determinano pregiudizio per la sicurezza dei cittadini ed il depauperamento del patrimonio collettivo e che favoriscono situazioni generali di malcostume ed incuria, comportando Io scadimento della vivibilità nel centro urbano e, sostanzialmente, della qualità della vita civile cittadina.
A tale scopo il Sindaco Gianni Papasso ha ordinato ai proprietari o locatari degli immobili, anche se inutilizzati e/o chiusi, ubicati nel centro storico del capoluogo e delle frazioni Doria e Lauropoli di attenersi ai seguenti comportamenti:
- pulire e togliere eventuali rifiuti accumulatisi negli spazi nella loro disponibilità entro e non oltre 5 (cinque) giorni dalla pubblicazione della presente;
- mantenere lo stato di decoro delle proprietà e vigilare affinchè non si creino situazioni di potenziale danno alla sanità, all'ambiente o al decoro dei luoghi;
- adottare tutte le misure per garantire che venga precluso l'accesso a scantinati, magazzini o luoghi privati da parte di terzi;
- garantire lo stato di sicurezza degli immobili di proprietà e/o in possesso adottando tutte le misure necessarie, al fine di tutelare la pubblica incolumità;
- tenere pulite le aree di uso comune dei fabbricati, nonché le aree scoperte private, e conservarle libere da materiali di scarto anche se abbandonati da terzi;
- di procedere alla pulizia e manutenzione di immobili disabitati, cantieri edili, opifici e all'adozione ed installazione di specifici accorgimenti tecnici quali infissi, griglie, reti od altri dispositivi idonei tesi ad evitare la penetrazione di roditori, volatili e di animali in genere;
- di controllare costantemente Io stato di gestione e conduzione delle aree e degli immobili oggetto della presente disposizione.
Gli interventi predetti dovranno essere eseguiti entro il termine massimo di giorni 5 (cinque) dalla pubblicazione della presente ordinanza, con avvertenza che, in caso di inosservanza e trascorso inutilmente il termine suindicato, sarà facoltà di questo Comune, senza indugio ed ulteriori analoghi provvedimenti, procedere d'ufficio nei confronti dei trasgressori, ricorrendo ove necessario all'assistenza della Forza Pubblica, con addebito dei costi sostenuti.
Per i trasgressori della presente Ordinanza che non diano attuazione agli obblighi sopra riportati nonché alle suddette attività di ripristino a loro cura e spese viene applicato il regime sanzionatorio di cui all'art. 7/bis del D.L.gs 267/2000 "Sanzione amministrativa pecuniaria da Euro 25,00 a Euro 500,00" e quello previsto dai vigenti Regolamenti Comunali in materia.
L’Ordinanza è resa immediatamente esecutiva.
VAI ALL’ORDINANZA N. 435 DELLO 08/09/2020
Comunicazione istituzionale
Comune di Cassano All’Ionio

indietro

torna all'inizio del contenuto