IL SINDACO PAPASSO E LA SUA AMMINISTRAZIONE REPLICANO ALLE ACCUSE DELLA MINORANZA

La categoria

18/11/2020

IL SINDACO PAPASSO E LA SUA AMMINISTRAZIONE REPLICANO ALLE ACCUSE DELLA MINORANZA

Per il Sindaco Gianni Papasso e l’Amministrazione comunale di Cassano All’Ionio, considerando il periodo particolare che si sta vivendo a causa dell’emergenza Coronavirus con le sue criticità e gli effetti deleteri che si riverberano a livello sociale ed economico, di certo non è momento per fare festa in segno di vittoria come affermano i consiglieri di minoranza, né di polemizzare strumentalmente su alcune questioni alle quali si sta dando grande attenzione e impegno. In questo momento sarebbe saggio solo fare fronte comune. Secondo il modo di pensare e di agire degli amministratori di Cassano, animati dallo spirito costruttivo di chi vuole favorire il rapporto di collaborazione tra le parti, sia pure nel rispetto dei ruoli, è appena il caso di ribadire che questo è il tempo della responsabilità, che deve essere manifestata concretamente soprattutto da chi ha ricevuto dai cittadini il mandato di rappresentanza istituzionale, per fare rete e contribuire a fronteggiare le difficoltà del momento per il bene di tutti. Quanto ai temi sbandierati con soddisfazione e come segno di vittoria dai consiglieri di minoranza, il sindaco e l’amministrazione comunale, intervengono per l’ultima volta sulle medesime problematiche, già chiarite in altre occasioni, evidenziando che gli stessi, al di là della loro palese disinformazione sulla presenza e operatività dell’USCA a Cassano, il cui potenziamento del servizio non può essere ascritto a responsabilità del primo cittadino, ma del Governo regionale e al Commissario, di cui allo stato si comprendono le difficoltà. Così come la questione dello screening della popolazione, prima che dell’amministrazione locale, la competenza è di altre autorità sovracomunali, Tuttavia, nell’ultima riunione, il C.O.C. ha affrontato, tra l’altro, il problema e individuato alcune soluzioni da praticare. Nella stessa sede, nell’ambito dell’emergenza da Covid-19, sono state messe in campo anche altre iniziative, per sostenere le famiglie, circa 660, già assistite con il Banco Alimentare. Per cui, da Palazzo di Città, si ritiene che chi continua a fare da spettatore, attento solamente alla facile polemica e strumentalizzazione di ogni iniziativa dell’amministrazione locale che in questa fase si preoccupa soprattutto della salute pubblica, non può attribuirsi meriti che non gli appartengono. Il sindaco Papasso e l’amministrazione comunale, al cospetto della pandemia, che quotidianamente continua a espandersi creando preoccupazione e paura nell’opinione pubblica, consigliano ai consiglieri di minoranza di bandire le polemiche, evitando il gioco al massacro. 
Comunicazione istituzionale – Comune di Cassano All’Ionio

indietro

torna all'inizio del contenuto