EMERGENZA CORONAVIRUS

#EMERGENZA COVID-19. BUONI SPESA: MODALITÀ DI PRESENTAZIONE ISTANZA

La categoria

04/04/2020

#EMERGENZA COVID-19. BUONI SPESA: MODALITÀ DI PRESENTAZIONE ISTANZA

I beneficiari dei nuclei familiari residenti del Comune di Cassano All’Ionio che presentano i requisiti sopra elencati, a presentare istanza, ESCLUSIVAMENTE, secondo il Modello “A”, da trasmettere al seguente indirizzo PEC: protocollo.comune.cassanoalloionio.cs@asmepec.it.

 

Alla domanda dovranno essere allegati, A PENA DI ESCLUSIONE, i seguenti documenti:

  • Fotocopia del documento d’identità del richiedente;
  • Autodichiarazione di assenza di cause ostative che non consentono di ottenere la documentazione “antimafia”, ex articolo 84 D.LGS 159/2011 (ALLEGATO B).

Per la compilazione dei modelli “A” e “B” si potrà far riferimento ad Associazioni di Terzo Settore che hanno dato la disponibilità alla compilazione del modello e all’inoltro a mezzo PEC (il cui elenco sarà pubblicato nella sezione Servizi Sociali del sito dell’Ente).

 

Ove impossibilitati a trasmettere la domanda in via telematica, eccezionalmente, è possibile consegnarla a mano presso la sede centrale, Ufficio Protocollo, e presso le Delegazioni di Doria, Sibari e Lauropoli. I richiedenti non dotati di PEC o impossibilitati a recarsi personalmente presso le sedi sopra indicate, PER GRAVI MOTIVI, potranno contattare telefonicamente i seguenti numeri telefonici: 0981/780213- 0981780272, nei seguenti orari:

  • Mattina: dal lunedì al venerdì dalle 9:00/12:00;
  • Pomeriggio: dal lunedì al venerdì dalle 15:00/18:00.
Le domande potranno essere presentate dalla data di pubblicazione del bando. I beneficiari riceveranno buoni spesa del taglio da 20 euro fino alla concorrenza del valore complessivo spettante, da spendere presso gli operatori commerciali convenzionati, il cui elenco sarà pubblicato sul sito istituzionale e aggiornato periodicamente in base all’arrivo delle adesioni degli stessi.
 
La valutazione delle condizioni per l’assegnazione dei voucher spesa viene effettuata dal Servizio Sociale dell’Ente, che comunicherà al richiedente l’ammissione o l’esclusione al beneficio e l’eventuale modalità di erogazione.
 

Dichiarazioni mendaci saranno oggetto di deferimento all’Autorità Giudiziaria competente, secondo quanto stabilito all’art. 46 del DPR 445/2000, per falsità degli atti e dichiarazioni mendaci. Saranno effettuati controlli a campione per verificare la veridicità delle dichiarazioni rese, secondo la normativa vigente.
 
Il presente AVVISO rimane aperto all’acquisizione delle richieste fino al 30 aprile.

 
E.G.

indietro

torna all'inizio del contenuto